Menu
CARRELLO: 0 | 0,00
Workshop

L’architettura dell’informazione partecipativa

Stefano Bussolon
9 Jul 2016
Brescia
c/o Evoluzione Telematica - Via Orzinuovi 101, 25125 Brescia

Corso organizzato in collaborazione con UXBookClub Brescia e UXUniversity

Coinvolgere gli utenti nella progettazione di un dominio informativo

In questo corso presenterò una metodologia e una serie di strumenti finalizzati a coinvolgere gli utenti (design partecipativo) nella definizione dell’architettura dell’informazione di un dominio informativo.
Vi è mai capitato di dare una mano in cucina in casa di amici? Cercate un coltello da cucina e aprite il cassetto delle posate, per trovare una pentola aprite l’armadietto dei corn flakes. Chiedete ai padroni di casa e questi rispondono con una certa sufficienza, come se fosse ovvio che le posate sono nel primo cassetto e il mestolo nel secondo. Sono talmente abituati a usare la loro cucina che quella disposizione delle cose e degli spazi sembra loro l’unica possibile, e del tutto ovvia.

Chi progetta un dominio funzionale e informativo (sito web, applicazione) di medie – grandi dimensioni ne frequenta i contenuti talmente a lungo da diventare un esperto e interagisce generalmente con i committenti, che sono esperti di dominio per definizione.
Il committente, generalmente, ha una visione del dominio semantico molto condizionata dalla struttura organizzativa dell’azienda o dell’istituzione che rappresenta. Gli stakeholders interni all’organizzazione tendono, comprensibilmente, ad avere una visione dei propri servizi o dei propri prodotti legata più al processo produttivo che alle modalità di fruizione degli utenti – clienti.

Con questi presupposti il sito internet rispecchierà probabilmente il modello mentale implicito del committente. Naturalmente non è necessariamente detto che il modello mentale degli utenti sia radicalmente differente da quello del committente. Spesso, però, è probabile che sia piuttosto diverso.
Il design partecipativo nell’architettura informativa si preoccupa di affrontare proprio questo genere di questioni, ed è finalizzato a creare un’architettura informativa che sia più vicina alle aspettative degli utenti che al modello dei committenti.

ARGOMENTI TRATTATI

• il free listing
• la valutazione di importanza
• il card sorting
• il tree testing

Gli argomenti verranno affrontati alternando una breve introduzione metodologica a esercitazioni pratiche.

COSA IMPARERETE

• identificare l’estensione e i confini del dominio, secondo le aspettative degli utenti
• identificare il lessico degli utenti
• stimare l’importanza attribuita dagli utenti agli argomenti del dominio
• far emergere i modelli mentali degli utenti in merito alla struttura categoriale delle informazioni

Lo scopo del workshop è dunque quello di imparare a far emergere estensione, lessico e struttura del dominio informativo e funzionale partendo dai bisogni degli utenti.

DESTINATARI

Il corso è rivolto a chi si occupa di architettura dell’informazione, user experience, service design.

PROGRAMMA DEL WORKSHOP

Mattina

• Breve introduzione metodologica
• Il free listing: cos’è, a cosa serve
• Esercitazione: il free listing in pratica
• La valutazione di importanza
• Esercitazione: la valutazione di importanza in pratica

Pomeriggio

• Cenni sugli aspetti cognitivi della categorizzazione
• Il card sorting: cos’è, a cosa serve
• Esercitazione: il card sorting in pratica
• Card sorting o tree testing?
• Esercitazione: tree testing in pratica
• Conclusioni

BREVE BIO DEL DOCENTE

Stefano Bussolon si laurea in Psicologia sperimentale nel 1995 presso l’Università degli Studi di Padova. Nel 2006 consegue il dottorato di ricerca in Scienze cognitive presso l’Università degli Studi di Trento e dal 2012 è titolare dell’insegnamento “Interazione uomo-macchina con elementi di comunicazione multimodale – corso avanzato” presso la stessa Università.
Come architetto dell’informazione e interaction designer ha sviluppato progetti per: Trentinosociale, Cinformi, Kion esse3, giustizia.it (Ministero della Giustizia), rendimax.it, Politecnico di Milano, intranet Regione Emilia Romagna, Trenitalia, Vodafone, Centro ricerche FIAT, Carige, Trentino Sviluppo, Creval.

FACILITIES

Nella quota di iscrizione è compreso un pasto veloce (ricordate quello di UX guerrilla?) e un paio di coffee break.

ISCRIZIONI

Iscrizioni aperte dal 7 giugno e chiusura 28 giugno
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-larchitettura-dellinformazione-partecipativa-25446326648

LIBRO

Observing the User Experience: A Practitioner’s Guide to User Research
http://www.amazon.it/dp/0123848695

Ricordate, i posti sono limitati (volutamente dai formatori) per ottenere il miglior risultato formativo possibile.